Ci racconta dei nostri desideri e ansia, indica tensione e affaticamento interne. A pensarci, il corpo è forse la parte più socievole di noi stessi. Devi solo imparare a sentirlo. Cioè, ascolta noi stessi.

« La mia testa stava girando e ho perso conoscenza », dice Polina 37 anni. – I medici hanno detto che proveniva da un overwork. In effetti, recentemente la mia testa girava più di una volta, ma non riuscivo nemmeno a pensare che le vertigini potessero essere causate dalla fatica, non rallentava e ora si è conclusa in svenimento « .

Il nostro corpo parla costantemente con noi, dal primo giorno della nostra vita, e siamo liberi di ascoltare tali messaggi o ignorarli. Tutto passa attraverso il corpo – da sensazioni fisiche (fame, sete, calore, dolore) alla gamma completa di emozioni (gioia, tristezza, rabbia) e sentimenti (amore, odio), cioè tutto ciò che ci rende vivi e sente.

Inoltre, spesso il corpo è il primo, molto prima della mente, osserva cosa ci attrae o ci respinge. Reagisce sempre: arriva in risonanza con alcuni, morsetti in presenza di altri, si rilassa, godendo di qualcosa di particolarmente piacevole.

Realizzando il nostro corpo, manteniamo la fiducia che viviamo nel presente e comprendiamo i limiti delle nostre capacità

A differenza della coscienza, pronto a trovare una scusa per una fretta o reinterpretare completamente una sorta di situazione spiacevole, il corpo non giace. Se qualcosa nella nostra vita perde la sua connessione e significato, è il primo a avvertirci.

Ascoltare e realizzare

« L’abitudine di separare l’anima e il corpo si rafforzano nel Medioevo », afferma uno psicologo clinico, dottore in scienze psicologiche Alexander Tkhostov. – A quei tempi, la vera essenza dell’uomo era vista nell’anima e il corpo era inteso come il monastero del peccato, il peso, allontanando la cosa principale – la conoscenza dell’anima. Pertanto, tutto ciò che era collegato con lui era considerato furbo. C’erano persino pratiche per uccidere la carne per ridurre il suo impatto sull’anima « .

Eppure, nonostante i secoli deprezzati e soppressione del corpo nella civiltà occidentale, oggi comprendiamo che è lo strumento più prezioso per la cognizione. « Realizzando il nostro corpo, manteniamo la fiducia che viviamo nel presente e comprendiamo i limiti delle nostre capacità nel tempo e nello spazio », ha scritto il classico della psicoanalisi francese Francoise Dolto 1 .

Ma queste prove della nostra esistenza qui e ora è importante poter ascoltare. « La consapevolezza del tuo corpo non è sempre spontaneamente », afferma il più grande terapista esistenziale americano Rollo 2 maggio . – Più spesso, per ascoltarlo, è necessario rimanere consapevolmente aperti a uno qualsiasi dei suoi segnali « . Questa idea è particolarmente chiaramente espressa nelle culture orientali, dove c’era sempre una comprensione dell’unità dell’anima e del corpo, e qualsiasi pratica corporea ha un contenuto spirituale.

« Dato che sono impegnato in meditazione Zen, ho capito la differenza tra due stati molto diversi da essere nel mio corpo e di immergermi attorno », afferma Alexei, 35 anni, Alexei. – Ora mi stanco molto meno e mi sento quando il corpo mi chiede di fermarmi e mettermi in pausa. Avendo realizzato il corpo e lo spirito nel loro insieme, ho smesso di percepire il mio corpo

Se stai progettando di diventare genitori, probabilmente capisci qual è la differenza di questo tipo di Sildenafil senza ricetta in italia dagli altri. Attrae, e spaventa un po ‘allo stesso tempo.

come un dispositivo che dovrebbe semplicemente svolgere funzioni biologiche « .

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *